Avviso

Due importanti eventi istituzionali dell'IILA: la firma dell'Accordo con l'OEI di Madrid e la presentazione del Rapporto "¿Por qué importa América Latina" del Real Instituto ELCANO di Madrid.

FIRMA DELL'ACCORDO DI COOPERAZIONE TRA L'IILA E LA ORGANIZACIÓN DE ESTADOS IBEROAMERICANOS PARA LA EDUCACIÓN, LA CIENCIA Y LA CULTURA (OEI). Madrid, 9 Aprile 2018

Firma accordo IILA OEIIl Segretario Generale dell'IILA, Donato Di Santo e il Segretario Generale dell'OEI, Paulo Speller, hanno siglato a Madrid, presso la sede dell'OEI, l'accordo che definisce il quadro delle future collaborazioni tra le due Organizzazioni.

L'Accordo segna l'inizio della collaborazione tra le due organizzazioni internaizonali in numerosi ambiti: educazione, scienza, cultura e include il rafforzamento della coesione sociale e della crescita economica, sempre mantenendo vivo il sostegno al perseguimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell'Agenda 2030.

 

 

PRESENTAZIONE DEL RAPPORTO "¿POR QUÉ IMPORTA AMÉRICA LATINA?" REALIZZATO DAL REAL INSTITUTO ELCANO DI MADRID. IILA, 5 aprile 2018

ELCANO RELATORIHa avuto luogo, presso la Sala Fanfani dell'IILA, la presentazione del Rapporto realizzato lo scorso anno dal Real Instituto Elcano di Madrid che attraverso l'organizzazione di gruppi di lavoro coordinati dal Professor Carlos Malamud e incontri con personalità ed esperti, ha cercato di rispondere al quesito: "¿Por qué importaELCANO PUBBLICO América Latina?".

Tra i relatori che sono intervenuti, oltre al Segretario Generale Donato Di Santo e al Direttore per l'America Latina del MAECI, Antonella Cavallari, la Vicepresidente dell'IILA, Ambasciatrice Cristina Eguizábal, Maria Solanas del Real Instituto Alcano che ha presentato la genesi di questo progetto, Carlos Malamud coordinatore del progetto ha illustrato i risultati del Rapporto.

L'evento ha visto la partecipazione di nomi illustri della politica, presenti l'ex Vice Presidente della Camera Marina Sereni, Fabio Porta, Ambasciatori, ma anche esponenti del mondo imprenditoriale tra cui Marco Scarante di ENI e Carlo Crea di TERNA.